AVVISO PUBBLICO - RIAPERTURA

PER LA COSTITUZIONE DELLA LISTA DI ESPERTI A CUI AFFIDARE INCARICHI PER L’ATTUAZIONE DEI PROGETTI CURATI

DALL’ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AGENZIA ARCIPELAGO

SCADENZA: 16 GIUGNO 2024

Associazione Visioner

Short List di Esperti per progetto Ali per il futuro contro la Povertà educativa (cod.prog.2022 - PEM - 0006)

AVVISO PUBBLICO

 

 

PER LA COSTITUZIONE DELLA LISTA DI ESPERTI A CUI AFFIDARE INCARICHI PER L’ATTUAZIONE DEI PROGETTI CURATI

DALL’ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AGENZIA ARCIPELAGO

Allegato A Domanda

Avviso pubblico

Ali per il futuro contro la povertà educativa

Codice progetto: 2022-PEM-00006

CUP E84C22001800004


Avviso pubblico per la per la selezione di n. 1 unità, sia interne che esterne alla Cooperativa Vento del Sud, da inserire nel progetto “Ali per il futuro contro la povertà educativa”. Progetto socio-educativi per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno finanziato nell’ambito del PNRR, Missione 5 - Componente 3 - Investimento 3 Interventi - finanziato dall’Unione Europea - NextGenerationEU - annualità 2022.

Ciò che si è perso – ciò che si è trovato: resistenza e resilienza (incontri on line e in presenza con medici, professionisti sanitari e psicologi) Cod. attività: 08230


Avviso pubblico per la per la selezione di n. 1 unità, sia interne che esterne alla Cooperativa Vento del Sud, da inserire nel progetto “Ali per il futuro contro la povertà educativa”. Progetto socio-educativi per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno finanziato nell’ambito del PNRR, Missione 5 - Componente 3 - Investimento 3 Interventi - finanziato dall’Unione Europea - NextGenerationEU - annualità 2022.

FESTIVAL DELLA FIABA POPOLARE

COMUNE DI POZZUOLI (NA)
Associazione di promozione sociale AGENZIA ARCIPELAGO
Associazione di promozione sociale IPERS
Associazione di promozione sociale NEMEA 
 
UN PAESE INCANTATO  
XIV  EDIZIONE 2023
Dal 13 al 15 dicembre 2023  - Pozzuoli  Rione Terra

Le fiabe popolari per l’inclusione e la prevenzione del disagio

Spettacoli di Fiabe a Pozzuoli: a partire dal 13 dicembre 2023 al Rione Terra vi saranno gli eventi del festival della fiaba “Un rione incantato. Le fiabe popolari per l’inclusione e la prevenzione del disagio”, a cura dello psicologo e ricercatore Giuseppe Errico

Il programma socioculturale si svolge dal 13 al 15 dicembre presso gli spazi all’aperto e al chiuso del suggestivo e magico Rione Terra. Un percorso ricco di eventi artistici, narrativi e culturali per valorizzare il mondo del fiabesco,  la salute dei più piccoli, il rispetto dell’ambiente e i luoghi e la storia antica di Pozzuoli. Il centro storico e il Rione Terra saranno infatti le location naturali di spettacoli di narrazione orale e arte (è prevista una mostra di arti visive) con la partecipazione di attori, burattinai, musicisti, pittori, artisti di strada. L’evento annuale, giunto alla XIV edizione viene promosso dall’Assessore alla cultura del Comune di Pozzuoli (che tra l’altro ha dato il patrocinio morale) e dalle Associazioni Agenzia Arcipelago, Ipers e Nemea. Pozzuoli e la sua storia si candida, a partire da quest’anno, ad essere la Città delle Fiabe Popolari della Campania ripercorrendo lo cunto de li cunti di Giambattista Basile. Partecipano numerosi ospiti, scrittori, scienziati e artisti: Bruno Leone e Federica Martina, Zena Rotundi, Maria Rosaria D’Acierno Canonici, Vito Minoia (premio La Fiaba Magica 2023), Ugo Vuoso (premio La Fiaba Magica 2023), Annalisa Arbolino (Associazione Indilia), Alfonso Caccavale, Claudio Correale (Lux In fabula), Antonio Corcione (premio La Fiaba Magica 2023), Ottavio Costa, Antonio Ciraci, Alessandra Maisto, Luciano Matera, Fabio Spataro, Sergio Spataro, Lucio Statti, Veronica Longo, Roberto Sanchez (Associazione Museo Minimo), Luciano Scateni, Fernando Pisacane, Giuseppe Capuano, Bruno Carotenuto, Hong Minoia, Emma La Marca, Josepha Pangia, Andrea Subasinghe, Michele Ferrantino, Ilaria Bonaiuto, Salvatore Testa, Ciro Mazaner, Pasquale Iome (Pablò), Emanuele Vigorito, Raffaele Mele.

Oltre gli eventi spettacolari sono previsti  Laboratori artistici ed espressivi nelle scuole e presso centri culturali a cura di Nemea e Lux in Fabula e il premio La fiaba magica XIII edizione (Ugo Vuoso, Antonio Corcione, Vito Minoia). Numerosi gli esperti dei laboratori pronti a promuovere l’uso della fiaba popolare ai fini didattici, della crescita e dell’inclusione sociale (Alessandra Maisto, Claudio Correale, Giuseppe Errico, Raffaele Mele, Odil Manniti, Maria Rosaria D’Acierno Canonici). La presentazione del cartellone si terrà il giorno stesso, il 13 dicembre 2023, a partire dalle ore 10 presso l’ex sala consiliare di Palazzo Migliaresi, al Rione Terra, alla presenza del sindaco Gigi Manzoni, del vicesindaco e assessore a cultura e spettacoli Filippo Monaco, del direttore e psicologo Giuseppe Errico e dei massimi rappresentanti del territorio e delle associazioni aderenti. Alla manifestazione partecipano i ragazzi del progetto “Ali per il futuro contro la povertà educativa” (Codice progetto: 2022-PEM-00006 - CUP E84C22001800004 - PNRR) ideato e diretto dalla associazione  di promozione sociale Agenzia Arcipelago.

 
Spettacoli di narrazione orale nei vicoli  del Rione Terra
Laboratori sulla fiaba
Convegno e Premi

Un paese (rione) incantato

L’iniziativa è promossa dalle Associazioni di promozione sociale Agenzia Arcipelago di Napoli, Nemea e I.P.eR.S. - Istituto di Psicologia e Ricerche Socio Sanitarie e l’Assessorato alla cultura del Comune di Pozzuoli. La XIII ed. quest’anno si svolge interamente presso il Rione Terra, antico borgo di marinai tra i più belli d’Italia e una delle meraviglie della cittadina napoletana.

Quest’anno, promuove la fiaba campana e la creatività, divenendo simbolo di identità collettiva e cultura popolare (Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile ha ispirato il Festival della fiaba fin dalla prima edizione), simbolo dei 4 elementi vitali terra, aria, fuoco e cielo. A partire dall’ edizione di quest’anno gli artisti affronteranno “fiabescamente” i 4 elementi vitali ed il tema della gentilezza, del rispetto della natura, della persona e dei   diritti umani. Saper parlare ai bambini di tali elementi e della gentilezza mediante l’arte, è un fattore determinante per le future generazioni, è la cosa più semplice e più difficile allo stesso tempo, richiede il rispetto dell’altro, la valorizzazione dei talenti personali, il potenziamento della creatività, l’abbandono di tutto ciò che è superfluo. Abbiamo voluto inaugurare una versione itinerante del Festival giunto ormai alla XIIIa edizione. Sarà infatti possibile assistere alle performance artistiche dedicate alle narrazioni orali con la partecipazione di scrittori, artisti, cantastorie, burattinai, pittori. Con il Festival intendiamo donare “attimi di gioia” per sostenere la crescita sana, l’inclusione sociale, l’educazione come strumento di creatività, di supporto alla formazione e alla didattica, di crescita personale e scambio comunitario.

Il Festival coinvolgerà l’intera comunità educante – giovani, insegnanti, educatori e famiglie – implementando e creando reti sul territorio, cercando di fornire una risposta al fenomeno attuale del disagio, che purtroppo ha registrato un incremento significativo a causa del distanziamento sociale e della didattica a distanza che hanno segnato l’epoca della pandemia Covid 19. Anche quest’anno il programma prevede narrazioni di fiabe e leggende ma anche momenti didattici - formativi, la presentazione di autori/scrittori/studiosi, il premio “La fiaba magica” e laboratori espressivi per promuovere l’uso della fiaba, incuriosire e divertire i bambini.  

Quest’anno il Rione Terra di Pozzuoli ospiterà dal vivo e virtualmente tanti bambine e bambini riproponendo l’atmosfera magica di una città fiabesca.

Benvenuti nel Rione Incantato

 

 Spettacoli nei vicoli del Rione terra

Il festival delle fiabe "Un paese incantato" quest’anno si sposta al
Rione Terra di Pozzuoli con un percorso itinerante sui 4 elementi  mitologici (acqua, fuoco, aria e terra). I bambini saranno accolti e affidati ad una guida che li accompagnerà attraverso un viaggio nell’arte.
I partecipanti potranno godere della bellezza del luogo e incontrare i vari tipi di arte come
la pittura, la musica, il teatro delle guarattelle di Bruno Leone, una performance sul fuoco con Mangiafuoco di Pablo,   uno spettacolo teatrale sul “Principe verdeprato” di Basile con una riscrittura di Giuseppe Errico ed un riadattamento teatrale di Annalisa Arbolino e infine una narrazione orale (Colapesce) a cura di una musicista cantastorie.

Giochi di fate, parole volanti, sguardi dolci, altalene, aquiloni, mani che cercano altre mani, suoni e canti che incantano, carte colorate, tappeti volanti, uccelli colorati, arcobaleni di ogni forma e ovunque, nastri luccicanti, pacchi e pacchetti, festoni e luminarie, addobbi e fiabe per le feste, ricette della nonna di Cappuccetto Rosso, nani in miniera e liste dei desideri, principi e ranocchi, bimbi e bimbe, pulcinelli tenerelli, alberi e presepi, panettoni e cannella, spumante per principi e principesse, magari una spruzzata di neve sul vestito di una befana invidiosa. E di certo tante, tantissime fiabe da narrare al buio e al sole. Tutto è pronto (o quasi?) per l’edizione 2023 del Festival della fiaba. C'è desiderio e bisogno di festa e comunità, di ritrovarsi tra affetti cari, artisti, teatranti, scrittori, narratori, guarattellari, musicanti e giocolieri, di condividere affetti, passioni, pensieri e azioni, di consigliarsi a vicenda, per il “bene comune”, per andare oltre Guerre e ogni Pandemia . 

 

                                    

«Pulcinella, acqua, terra fuoco e aria»  

di Bruno Leone e Federica Martina


«Verdeprato al Rione Terra»                      

Regia di Annalisa Arbolino, Presidente  Associazione Indila
con  Annalisa Arbolino,   Emma La Marca, Josepha Pangia, Andrea Subasinghe, Michele Ferrantino, Ilaria Bonaiuto, Salvatore Testa, Ciro Mazaner

«Mangiapinocchio: il fuoco purifica le fiabe e riduce il naso» 

di e con Pasquale Iome in arte Pablò


«Colapesce con….Arpa»  

di  Zena Rotundi



(sulla destra opera del Maestro Nicola Napolitano)


 

Programma generale

Convegno di studio

La fiaba popolare tra tradizioni e innovazioniiiii

 

PREMIO LA FIABA MAGICA edizione  XIII 2023

UGO VUOSO  

Premio La fiaba magica  

Docente di Antropologia delle tradizioni popolari - Dipartimento Scienze del Patrimonio Culturale Università degli Studi di Salerno.  Svolge attività didattica e di ricerca presso lIstituto Universitario"Suor Orsola Benincasa" dí Napoli e all'Università di Salerno.
Dìrige il Ceic (Centro Etnografico Campano) e la rivista Materiali per lo studio della cultura folclorica. Ha fondato la Scuola di Studi Storici e Antropologici delle Società Mediterranee.
E' autore di numerosi saggi e articoli. Ha pubblicato, fra l'altro, con Roberto De Simone  Fiabe campane. I novantanove racconti delle dieci notti  (Torino, Einaudi, 1994) e per le edizioni Imagaenaria Di
fuoco, di mare e d'acque bollenti. Leggende tradizionali dell'isola d'Ischia  (2002, 4 edizione 2015) e Fiabe di mare e di terra. Narrativa di tradizione orale dell'isola d'Ischia (2015).





VITO MINOIA

Premio La fiaba magica

Docente di Teatro Educativo e Sociale - Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. 

Nato nel 1964, studioso in discipline dell’educazione e dello spettacolo, è esperto in teatro educativo inclusivo presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, dove ha insegnato a contratto Teatro di animazione, Economia dello spettacolo, Metodologia dei linguaggi espressivi per il Corso di specializzazione per il sostegno agli alunni disabili, Storia della pedagogia, interessandosi all’influenza delle emozioni in educazione.  Attualmente è docente a contratto in Didattica dei contesti extrascolastici Come Studioso e Ricercatore in campo Pedagogico e Didattico ha condotto ricerche sui rapporti tra Teatro ed Educazione in relazione alle espressività in  situazioni di disagio, coordinando significative esperienze nei contesti della disabilità, del carcere, del disagio psichico e conseguendo un Dottorato in Pedagogia della Cognizione con una Ricerca su “Vecchie e nuove categorie di diversità nell’ottica inclusiva: il contributo del linguaggio teatrale”. Ha fondato e diretto dal 1996, insieme a Emilio Pozzi (docente di Teatro e spettacolo a Urbino alla Facoltà di Sociologia), la  rivista europea "Catarsi-TEATRI DELLE DIVERSITÀ", periodico di informazione scientifica sulle esperienze teatrali ed artistico-espressive nel sociale. Dall’aprile del 2010, dopo la scomparsa del professor Pozzi, ne diviene direttore unico. Con il Patrocinio dell’Università di Urbino ha curato dal 2000 al 2021 (a Cartoceto fino al 2010, poi a Urbania) la coordinazione scientifica e organizzativa delle prime 24 edizioni del Convegno internazionale di studi “I Teatri delle diversità” (XXIV edizione 25 e 26 novembre 2023). In campo teatrale è direttore del Centro Teatrale "Aenigma" all' Università di Urbino, per il quale, dal 1987, ha  curato la regia di oltre quaranta allestimenti teatrali  rappresentati in Italia e all’estero (Francia, Polonia, Gran Bretagna, Belgio, Spagna, Romania, Lituania, Slovacchia, Marocco, Grecia, Malta, Messico), la direzione artistica di Rassegne e Festivals internazionali e l’organizzazione del VI Congresso Mondiale del Teatro Universitario (luglio 2006) condividendone la direzione scientifica con Claudio Meldolesi, Gianfranco de Bosio, Emilio Pozzi. È presidente dello I.U.T.A./A.I.T.U. (International University Theatre Association – www.iuta-aitu.org), organismo partner dell’I.T.I.- U.N.E.S.C.O (eletto all’unanimità nell’ XI Congresso tenutosi all’Università di Caldas a Manizales/Colombia dal 4 al 9 settembre 2016 ricopre l’incarico effettivo dal XII Congresso IUTA/AITU tenutosi a Mosca dal 20 al 24 agosto 2018).  Per lo stesso organismo ha coordinato dal 2014 al 2018 il Comitato scientifico delle pubblicazioni internazionali (nelle tre lingue ufficiali dell’associazione: inglese, spagnolo francese). È, inoltre, presidente del Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere, organismo fondato a Urbania nel corso dell’Undicesimo Convegno della Rivista “Catarsi-Teatri delle diversità”, al quale oggi aderiscono oltre 50 soggetti da 15 Regioni differenti. Ha curato, insieme al filosofo Sergio Givone e ai critici teatrali Gianfranco Capitta e Valeria Ottolenghi, la direzione artistica della Prima rassegna nazionale di teatro in carcere “Destini Incrociati” (Firenze, 20-23 giugno 2012) con il sostegno della Regione Toscana e il Patrocinio del del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo  e del Ministero della Giustizia. Dal 2015 al 2021 è stato direttore artistico del Progetto nazionale di Teatro in Carcere “Destini Incrociati” che, sulla base di un Accordo di Rete  tra Teatro Aenigma (capofila) ed altri 21 aderenti al Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere, grazie al sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, ha visto l’organizzazione a Pesaro (11-13 dicembre 2015), a Genova (14-16 ottobre 2016), a Roma (15-17 novembre 2017) e a Firenze e Lastra a Signa (13-15 dicembre 2018), a Saluzzo/CN (12-14 dicembre 2019), a Roma (17-20 novembre 2021), a Venezia (23-25 novembre 2022) delle successive edizioni dell’ omonima Rassegna Nazionale.

Nel 2014  ha ideato, come Presidente del Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere (www.teatrocarcere.it), in collaborazione con il Dipartimento nazionale dell’Amministrazione Penitenziaria (con il quale il Coordinamento ha sottoscritto un Protocollo d’Intesa in data 18 settembre 2013) la Prima Giornata Nazionale del Teatro in Carcere, in concomitanza con la 52a Giornata Mondiale del Teatro (World Theatre Day promossa dall’ITI-Unesco). Nel 2015, 2016, 2017, 2018, 2019, 2020, 2021, 2022 sono state celebrate altre otto edizioni dell’evento. Il 24 marzo 2016, inoltre, ha sottoscritto, per il CNTiC il rinnovo del Protocollo d’Intesa triennale con il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (e l’adesione dell’Università Roma Tre) e il 17 novembre 2017 l’estensione del Protocollo anche al Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità del Ministero della Giustizia. Il Protocollo è stato riformulato il 5 giugno 2019 e rinnovato per un nuovo triennio il 3 maggio 2022 a Roma presso il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (http://www.teatrocarcere.it/?p=3685) .

Nell'ottobre 2014 è stato invitato a tenere un intervento alla Harvard University (Boston, Massachusetts, USA) sulle attività di Teatro Educativo Inclusivo promosse all’Università di Urbino e sul lavoro di documentazione, studio e ricerca attuato dalla Rivista europea "Catarsi-Teatri delle diversità". Il 21 luglio 2017 è stato, invece, invitato a tenere una lunga relazione sul Teatro in Carcere in Italia e a livello internazionale a Segovia (Spagna) in occasione del 35° Congresso dell’International Theatre Institute-UNESCO. Dal 18 al 20 novembre 2019 è stato ospitato a Shanghai (Cina), sempre dall’Istituto Internazionale del Teatro dell’Unesco per l’incontro delle Organizzazione Partners per le arti performative su scala mondiale, presentando il nuovo International Network Theatre in Prison inaugurato al XX Convegno internazionale di Urbania il 2 novembre 2019 (www.theatreinprison.org) del quale è attualmente coordinatore.

Pubblicazioni

È autore, curatore o co-curatore, tra il 1994 e il 2021 di quattordici pubblicazioni a seguito di studi e ricerche condotte in campo educativo e sul teatro di interazione sociale.

Premi

Il 30 agosto 2006 al Teatro Cortesi di Sirolo (AN) riceve il “Premio nazionale Franco Enriquez per un teatro di impegno sociale e artistico” per la sperimentazione teatrale condotta in carcere a Pesaro e la messa in scena del testo “Ubu Roi” di Alfred Jarry con detenuti ed il coinvolgimento creativo di allievi dodicenni dell’Istituto Comprensivo “Galilei” di Villa Fastiggi.

L’11 giugno 2007 ritira al Piccolo Teatro di Milano il “Premio Nazionale della Critica Teatrale”.

Il 22 gennaio 2011 gli viene assegnato ad Ales (Oristano) il “Premio nazionale letterario Gramsci” promosso dalla “Associazione casa natale Gramsci”.

Il 20 marzo 2020 all’Università di Padova gli è stato assegnato il Premio della Società Italiana di Pedagogia (SIPED) per il testo Per una Pedagogia del teatro. Buone prassi tra vecchie e nuove diversità (Aracne, Roma 2018).

Il 12 settembre 2020 riceve all’Accademia di Santa Cecilia a Roma, come presidente del Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere, il Premio Speciale internazionale “Books for Peace 2020” per l’impegno sociale, riconoscimento promosso da una serie di Associazioni aventi come capofila la FUNVIC (Fundação Universitária Vida Cristã / UNIFUNVIC) e il Brasil club Unesco BFUCA-WFUCA sezione Europa.

Il 15 marzo 2021 ritira, come direttore artistico del Teatro Universitario Aenigma, il Premio Internazionale “Inclusione 3.0” istituito dall’Università degli Studi di Macerata.

 

 

ANTONIO CORCIONE

Premio La fiaba magica 

Primario U.O.C. Anestesia e Terapia Intensiva post-operatoria – Direttore Dipartimento Area Clinica Azienda dei Colli di Napoli.  

Antonio Corcione dopo aver sconfitto, il Covid-19 ha donare il proprio plasma per trattare i pazienti ancora positivi presso l'Azienda dei Colli dove opera. E' stato uno dei primi a sottoporsi agli screening  svolti in un ambulatorio dell’Ospedale Cotugno di Napoli, attrezzato per effettuare tamponi e prelievi di sangue prima del via libera alla donazione di plasma iperimmune per il trattamento delle polmoniti da Covid. Ha sviluppato in oltre 30 anni di pratica clinica, esperienze in vari settori:  Neurochirurgia, Neurotraumatologia, Neuroradiologia, Chirurgia Otorinolarigoiatrica, Chirurgia Oculistica, Chirurgia d’urgenza Chirurgia Addominale, e in special modo nelle tecniche di chirurgia Videoassistita, Chirurgia Toracica, Chirurgia Vascolare, Chirurgia Pediatrica, Chirurgia Urologia, Chirurgia Ortopedica, Chirurgia della Mano, applicando le varie tecniche anestesiologiche di tipo generale e loco-regionale. Si è occupato, negli ultimi anni, di problematiche legate all’organizzazione dei servizi sanitari (area critica) della chirurgia ambulatoriale e in day surgery.  Ha curato la formazione dei medici e infermieri presso la  Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’ Università degli Studi di Napoli Federico II  collaborando al corso di Anestesia e Rianimazione, svolgendo attività tutoriale per studenti, allievi interni e tirocinanti dal 1986 a tutt’oggi. Ha collaborato al corso di Neurochirurgia svolgendo attività tutoriale per studenti, allievi interni e tirocinanti dal 1986 al 1993.  Svolge attività tutoriale, dal 2001 a tutt’oggi,  per il personale sanitario. Ha sempre  lavorato, con rigore scientifico e profonda umanità,  immedesimandosi nei  pazienti.   

Artisti



Alfonso Caccavale
Giuseppe Capuano
Bruno Carotenuto
Antonio Ciraci
Veronica Longo
Alessandra Maisto
Luciano Matera
Hong Minoia
Nicola Napolitano (la mostra è dedicata all'amico artista recentemente scomparso a Napoli)
Fernando Pisacane
Roberto Sanchez
Luciano Scateni
Fabio Spataro
Sergio Spataro
Lucio Statti

Avviso pubblico per la per la selezione di n. 3 unità, sia interne che esterne alla Cooperativa Vento del Sud, da inserire nel progetto “Ali per il futuro contro la povertà educativa”. Progetto socio-educativi per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno finanziato nell’ambito del PNRR, Missione 5 - Componente 3 - Investimento 3 Interventi - finanziato dall’Unione Europea - NextGenerationEU - annualità 2022.
Codice progetto: 2022-PEM-00006
CUP E84C22001800004
 

DOMANDA
Avviso pubblico per la per la selezione di n. 3 unità, sia interne che esterne alla Cooperativa Vento del Sud, da inserire nel progetto “Ali per il futuro contro la povertà educativa”. Progetto socio-educativi per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno finanziato nell’ambito del PNRR, Missione 5 - Componente 3 - Investimento 3 Interventi - finanziato dall’Unione Europea - NextGenerationEU - annualità 2022.

Codice progetto: 2022-PEM-00006 CUP E84C22001800004

 

.

Avviso pubblico per la per la selezione di n. 3 unità, sia interne che esterne alla Cooperativa Vento del Sud, da inserire nel progetto “Ali per il futuro contro la povertà educativa”. Progetto socio-educativi per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno finanziato nell’ambito del PNRR, Missione 5 - Componente 3 - Investimento 3 Interventi - finanziato dall’Unione Europea - NextGenerationEU - annualità 2022.
Codice progetto: 2022-PEM-00006 CUP E84C22001800004

Proroga termini presentazione istanze 
n. 4 operatori sociali

Avviso pubblico per la per la selezione di n. 4 operatori sociali, sia interni che esterni all’Associazione Dimensione Civica, da inserire nel progetto “Ali per il futuro contro la povertà educativa”. Progetto socio-educativi per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno finanziato nell’ambito del PNRR, Missione 5 - Componente 3 - Investimento 3 Interventi - finanziato dall’Unione Europea - NextGenerationEU - annualità 2022

Avviso pubblico

Ali per il futuro contro la povertà educativa


Oggetto: Annuncio di ricerca per personale interno e esterno progetto “Ali per il futuro contro la povertà educativa 

Codice progetto: 2022-PEM-00006 CUP E84C22001800004

VERBALE PER LA VALUTAZIONE DELLE ISTANZE
PERVENUTE PER L’AFFIDAMENTO DA PARTE DELL’ISTITUTO DI PSICOLOGIA E RICERCHE SOCIO-SANITARIE DI N. 3 INCARICHI DA IMPEGNARE NEL PROGETTO “ALI PER IL FUTURO CONTRO LA POVERTÀ EDUCATIVA”.

Ali per il futuro contro la povertà educativa
Codice progetto: 2022-PEM-00006 CUP E84C22001800004
Avviso pubblico per la per la selezione di n. 4 Esperti e Formatori nel campo artistico (teatro),
psicopedagogico e sociale, sia interni che esterni

alla Scuola Elementare del Teatro, da inserire nel progetto “Ali per il futuro contro la povertà educativa” azione - Percorsi contro la povertà per creare nell'Orto in Città nuove mappe, atlanti, inventari - Progetto socio-educativi per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno finanziato nell’ambito del PNRR, Missione 5 - Componente 3 - Investimento 3 Interventi - finanziato dall’Unione Europea - NextGenerationEU - annualità 2022.

Azione 08594 – Percorsi contro la povertà per creare nell’Orto in Città nuove mappe, atlanti, inventari

La richiesta dei Moduli A e B formato word può essere fatta scrivendo al seguente indirizzo: 

scuolaelementareteatro@gmail.com

 

Avviso pubblico per la per la selezione di n. 4 Esperti, 

sia interni che esterni 

all’ Associazione Dimensione Civica

da inserire nel progetto «Ali per il futuro contro la povertà educativa». Progetto socio- educativi per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno finanziato nell’ambito del PNRR, Missione 5 - Componente 3 - Investimento 3 Interventi - finanziato dall’Unione Europea - NextGenerationEU - annualità 2022 - 

Codice progetto: 2022-PEM-00006 CUP   E84C22001800004

Comincio da zero e poi da uno: interventi per il potenziamento dei
servizi educativi e di cura per la prima infanzia a Quarto
Soggetto Responsabile: associazione agenzia arcipelago

Nuovo progetto approvato contro la povertà educativa Agenzia per la Coesione Territoriale - Avviso pubblico per la presentazione di proposte a valere su risorse del– M5C3I3 annualità 2023

Avviso Pubblico 

PER LA COSTITUZIONE DELLA LISTA DI ESPERTI A CUI AFFIDARE INCARICHI PER L’ATTUAZIONE DEI PROGETTI CURATI DALL’ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

AGENZIA ARCIPELAGO 

Articolo 1 – Finalità 

L’APS Agenzia Arcipelago, con sede in Pozzuoli, emana il presente Avviso Pubblico finalizzato alla costituzione della “Lista” di Collaboratori, Consulenti, Esperti e Professionisti, per la gestione e all’attuazione di progetti nel campo sociale, sociosanitario e culturale in conformità e coerenza con quanto previsto dalle disposizioni comunitarie, nazionali e regionali.  

Articolo 2 – Aree Tematiche 

I candidati devono essere in possesso di specifiche competenze ed esperienze in una o più delle seguenti aree tematiche: 

  1. Area Tematica - Segreteria, organizzazione e monitoraggio
  2. Area Tematica - Comunicazione e promozione
  3. Area Tematica - Salute: psicologia, medicina, professioni sanitarie
  4. Area Tematica - Assistenza sociale, educativa
  5. Area Tematica - Animazione e cooperazione
  6. Area Tematica - Attività di Tutoraggio

Articolo 3 – Requisiti per l’Iscrizione 

Possono presentare domanda di inserimento nella Lista le persone fisiche, sono escluse le persone giuridiche o i soggetti associati in qualsiasi forma. Il candidato, alla data di presentazione della richiesta, deve possedere i seguenti requisiti minimi: 

1.   diploma di Laurea triennale o specialistica o vecchio ordinamento conseguita presso Università italiane, o titolo di studio comparabile conseguito all’estero (per le Aree A e C);

2.   diploma di II grado (solo per le aree B - D - E - F)

3.   possesso di documentata esperienza, almeno triennale, nelle aree tematiche dell’avviso per cui si richiede l’iscrizione nella Lista;

4.     iscrizione ad albi, qualora richiesto dalle normative vigenti;

5.     cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;

6.     buona conoscenza della lingua italiana (per i candidati stranieri);

7.     idoneità fisica per svolgere l’impiego;

8.     disponibilità agli spostamenti, onde raggiungere i luoghi previsti per lo svolgimento dell’incarico;

9.     non avere subito condanna con sentenza definitiva o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell'articolo 444 del Codice di procedura penale

10.   non trovarsi in una situazione di conflitto di interesse ai sensi dell'articolo 42, comma 2 del Codice degli Appalti;

11.   non essere stato soggetto alla sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2, lettera c) del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 o ad altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione, compresi i provvedimenti interdittivi di cui all'articolo 14 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81;

12.   non aver presentato false dichiarazioni o falsa documentazione nelle procedure di gara e negli affidamenti di subappalti;

13.   non avere violato il divieto di intestazione fiduciaria di cui all'articolo 17 della legge 19 marzo 1990, n. 55;

14.   se vittima dei reati previsti e puniti dagli articoli 317 e 629 del Codice penale aggravati ai sensi dell'articolo 7 del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n. 203, aver denunciato i fatti all'autorità giudiziaria. 

Articolo 4 – Modalità e termini di presentazione delle domande 

Si può richiedere di essere iscritti alla Lista per una o più  aree tematiche di cui all’art. 2.

Ai fini dell’iscrizione nella Lista occorre presentare:

  1. domanda redatta utilizzando lo schema di cui all’ “Allegato A” del presente Avviso, indicando le aree tematiche, massimo due, elencate nell’art. 2;
  2. dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. n.445/2000, secondo l'“Allegato B” al presente avviso, attestante i requisiti di ammissibilità e i titoli di cui si richiede la valutazione;
  3. “Allegato C” al presente avviso, per la titolarità dei dati sensibili.
  4. curriculum vitae in formato europeo debitamente datato e sottoscritto corredato di specifica dichiarazione resa ai sensi dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 attestante la veridicità ed autenticità dei dati e delle notizie riportate e di autorizzazione al trattamento dei dati personali;
  5. fotocopia fronte/retro di un documento d’identità valido;

La documentazione dovrà pervenire, entro le ore 23:59 del 9 luglio, esclusivamente mediante posta elettronica certificata al seguente indirizzo pec: agenziarcipelagoonlus@pec.it.  

La mail pec dovrà recare il seguente oggetto: “Richiesta iscrizione Lista”. 

La domanda, allegato A, l’allegato B e il CV dovranno essere firmati con una delle seguenti modalità: 

1) Firma digitale – I documenti dovranno essere compilati, convertiti in formato pdf, firmati digitalmente e inviati via pec;

2) Firma autografa – I documenti dovranno essere compilati, stampati, firmati manualmente, scansionati in formato pdf e inviati via pec.  

Alle dichiarazioni rese e sottoscritte nella Domanda di partecipazione, allegato A, allegato B, allegato C e nel Curriculum vitae, si riconosce valore di autocertificazione, pertanto non sarà necessario allegare la documentazione attestante i titoli professionali e di studio. 

Non saranno prese in considerazione:

Ø le domande di iscrizione non redatte secondo le modalità di cui al presente avviso e incomplete anche di uno soltanto dei dati richiesti;

Ø le domande di iscrizione non firmate dal richiedente;

Ø le domande di iscrizione prive di Curriculum vitae o con curriculum non datato e/o non firmato;

Ø le domande di iscrizione prive della documentazione allegata richiesta;

Ø le domande corredate di documentazione recante informazioni non veritiere;

Ø le domande presentate da soggetti che non abbiano maturato i tre anni minimi di esperienza;

Ø le domande effettuate da soggetti per i quali è riconosciuta una causa di esclusione dalla partecipazione.  

L’aps Agenzia Arcipelago potrà, in qualsiasi momento e comunque prima dell’eventuale affidamento di incarico, verificare e/o richiedere la presentazione delle certificazioni e/o documentazioni atte a dimostrare i titoli dichiarati, significando che, l'eventuale ed accertata mendace dichiarazione o anche solo parzialmente non rispondente al vero, comporta l'esclusione del richiedente. 

Articolo 5 – Iscrizione nella Lista  

Le domande pervenute entro il 9 luglio 2023 saranno prese in considerazione e, previo soddisfacimento dei requisiti, inserite nell’elenco. L’elenco verrà aggiornato con cadenza semestrale, pertanto, le domande pervenute secondo le modalità del presente articolo, successivamente alla data di scadenza del 9 luglio 2023  e durante tutto il periodo di validità dell’elenco, saranno esaminate e eventualmente inserite nell’elenco nel semestre successivo. 

È consentito l’invio delle domande fino al 5 giugno 2026.

L’inserimento nella Lista non comporta alcun diritto ad ottenere un incarico professionale da parte dell’Aps Agenzia Arcipelago, in quanto con il presente avviso non è posta in essere alcuna procedura concorsuale o predisposizione di graduatoria di merito e/o preferenziale.

Le richieste, pervenute secondo le modalità di cui sopra, saranno esaminate da una commissione interna al fine di accettarne la rispondenza ai requisiti minimi di cui all’art. 3. Le istanze verranno valutate entro 10 giorni dalla data di scadenza del presente avviso. La verifica dei requisiti è effettuata sulla base delle dichiarazioni rilasciate dai candidati, allegate alla domanda.

Tutti i richiedenti che risultino in possesso dei requisiti specificati saranno inseriti, in ordine alfabetico, nella Lista, associandoli alle aree tematiche (massimo due) elencate nell’art. 2.

Questa sarà sottoposta a ratifica insindacabile dell’organo esecutivo che ne determina la validità. Le esclusioni dovranno essere motivate. Non è prevista la predisposizione di graduatorie.

L’aps Agenzia Arcipelago provvederà a pubblicare la Lista Ristretta con l’indicazione degli idonei e non idonei sul proprio sito Internet. La pubblicazione della lista ristretta costituisce a tutti gli effetti comunicazione agli interessati dell’esito dell’avviso.

La Lista avrà validità per tutto il periodo 2023/2026, ovvero fino al 31/12/2026.

Nel corso del periodo di validità, ciascun iscritto ha la facoltà di aggiornare il proprio profilo integrando la documentazione presentata con ulteriori notizie relative ad esperienze eventualmente maturate. I soggetti iscritti nella Lista hanno l’obbligo di comunicare ogni variazione, diversa dalle ulteriori esperienza professionali maturate la cui comunicazione costituisce una facoltà, intervenuta rispetto alle informazioni ed alle dichiarazioni già rese all’aps Agenzia Arcipelago in fase di domanda di iscrizione, tempestivamente o comunque entro 30 giorni dall’avvenuta modifica. Le comunicazioni dovranno essere inviate all’aps Agenzia Arcipelago via posta elettronica certificata al seguente indirizzo: agenziarcipelagoonlus@pec.it 

Articolo 6 – Rapporto contrattuale 

Ai soggetti iscritti nella Lista potranno essere affidati incarichi professionali sulla base delle esigenze specifiche che emergeranno in fase di attuazione dei progetti curati dall’aps Agenzia Arcipelago.

Gli incarichi saranno affidati in base all'esperienza professionale e alle competenze maggiormente pertinenti e coerenti rispetto agli incarichi da affidare, giudicate sulla base dei curricula e delle attività pregresse già maturate nel settore di riferimento. Il Committente si riserva, se lo ritiene opportuno, la possibilità di svolgere colloqui conoscitivi preliminarmente alla selezione del candidato.

Nell’affidamento degli incarichi si terrà conto del principio di rotazione.

Il/I destinatario/i dovranno impegnarsi a sottoscrivere una Lettera incarico r/o Convenzione con l’ aps Agenzia Arcipelago nella quale saranno disciplinati gli obblighi reciproci. L’ aps  

Agenzia Arcipelago stipulerà una convenzione di natura privatistica che disciplinerà l’instaurazione di un rapporto di lavoro autonomo ex art. 2222 e s.s. del Codice civile o di prestazioni di servizi senza vincoli di orario e di presenza negli uffici della Società. I professionisti, consulenti o esperti che avviano un rapporto contrattuale con l’aps Agenzia Arcipelago dovranno mantenere la riservatezza sui dati e le informazioni acquisite durante l’incarico.

Sarà inoltre prevista la facoltà dell’aps Agenzia Arcipelago di:

-         risolvere il contratto in qualsiasi momento, oltre che nei casi previsti dalla legge, nelle situazioni di accertata incompatibilità e nell’ipotesi in cui i requisiti dichiarati dai candidati dovessero rivelarsi mendaci;

-         adire le vie legali e comminare eventuali sanzioni disciplinari nei casi previsti dalla legge e dal regolamento interno. 

Articolo 7 - Sede principale di svolgimento dell’attività 

Il territorio nel quale dovranno essere svolte le attività è quello della Campania.

Il luogo principale delle prestazioni richieste è individuato presso la sede operativa.

Per esigenze particolari potranno essere richiesti spostamenti al di fuori della sede e dell’area Leader. 

Articolo 8 – Trattamento dei dati personali 

I dati, gli elementi e ogni informazione acquisita sono utilizzati dall’aps Agenzia Arcipelago esclusivamente ai fini del procedimento di cui al presente Avviso, garantendo l’assoluta sicurezza e riservatezza, anche in sede di trattamento dati con sistemi automatici e manuali. In ogni caso i dati e le informazioni saranno trattati nel rispetto del Codice in materia di protezione dei dati personali di cui al D.Lgs. n. 196/2003 e ss.mm.ii.. 

Articolo 9 – Eventuali ricorsi 

Eventuali ricorsi potranno essere presentati al giudice amministrativo. 

Articolo 10 – Disposizioni finali 

L’ aps Agenzia Arcipelago si riserva di modificare/revocare in qualsiasi momento il presente Avviso, di sospendere o non procedere al conferimento degli incarichi, in ragione di esigenze particolari, non valutabili né prevedibili, senza che per l’aspirante insorga alcuna pretesa o diritto. L’eventuale revoca dell’Avviso verrà motivata dandone pubblica comunicazione. L’emanazione del presente Avviso e l’espletamento della selezione non  

comportano obbligo per l’aps Agenzia Arcipelago a procedere all’instaurazione del rapporto di lavoro con i soggetti risultati idonei. Per quanto non espressamente previsto nelle presenti disposizioni si rimanda alla normativa comunitaria, statale e regionale vigente. 

Articolo 11 – Responsabile del procedimento 

Il responsabile del procedimento è la Dott.ssa ANGELA LA TORRE. Eventuali chiarimenti potranno essere richiesti per e-mail all’indirizzo agenziarcipelago@gmail.com oppure a agenziarcipelagoonlus@pec.it

 

Pozzuoli, 30/06/2023

 

 

 

 

Allegato A

Allegato C

Allegato B

Avviso Pubblico

Ali per il futuro contro la povertà educativa

Codice progetto: 2022-PEM-00006       -     CUP E84C22001800004

Ciò che si è perso – ciò che si è trovato: (codice attività 08230)

incontri per genitori, operatori, cittadini, giovani, docenti
con medici, professionisti sanitari e psicologi
  

LABORATORIO FORMATIVO E INFORMATIVO GRATUITO

 Il corso formativo e informativo è gratuito, aperto ai genitori, ai docenti e agli operatori degli Enti del Terzo Settore.  Le iscrizioni potranno essere formalizzate a partire dal giorno 3 luglio  e sino al 10  luglio 2023

Viene rilasciato attestato finale 

Progetto finanziato dall’Unione europea - Next Generation EU- PNRR M5C3 - Investimento 1.3 - Interventi socio-educativi strutturati per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno a sostegno del Terzo Settore

Per contatti


Aps  AgenziaArcipelago  
agenziarcipelago@gmail.com 
(referente: Domenico Cenerelli cell. 349 231 1622)
Ogni lunedì dalle ore 10,00 alle 14,00
Sede: ex Scuola Lancia, via Giorgio de Falco, Quarto (Napoli)

Noi siamo lontani dalle insidie della Rete

PROGETTO DI PREVENZIONE E PER IL CONTRASTO DEI FENOMENI DI CYBER BULLISMO  L.71/2017

Istituto statale tecnico E. Barsanti di Pomigliano d'Arco (Napoli)

Festival delle fiabe UN PAESE INCANTATO
 (27 settembre  e 4 ottobre 2022)

Moby Dick liberamente tratto da Melville

Uno straordinario romanzo di avventura, la lotta tra il capitano Achab e la balena bianca è una delle più titaniche descrizioni della storia della letteratura.


PINOCCHIO E ARLECCHINO AL TEATRO DELLE GUARATTELLE

Il burattinaio presenta al pubblico Pinocchio, lo ha costruito lui con legno di giuggiolo, che è un albero buono che da della frutta dolcissima con cui si fa il famoso brodo di giuggiole. Spera così che il suo Pinocchio non sia tanto monello e lo fa sedere insieme ai bambini con la promessa che si vedrà lo spettacolo tranquillo, senza fare confusione nel teatrino.

Pinocchio invece appare nel teatro di Pulcinella e comincia a far chiasso perché vuole anche Arlecchino. Pulcinella cerca di spiegare che Arlecchino in questo teatro non c’è mai stato, ma Pinocchio non cede e fa un chiasso indiavolato. A sorpresa arriva Arlecchino e insieme si mettono a ballare, interrompendo così lo spettacolo. Arriva Mangiafuoco che vorrebbe bruciare tutto, poi si commuove e lo spettacolo può ricominciare, Pinocchio va a posto dopo essere riuscito a convincere Mangiafuoco di dare una piccola parte anche ad Arlecchino. Pulcinella fa le sue storie e al finale riesce a sconfiggere la morte con l’aiuto di Arlecchino. Ringrazia e saluta tutti. Ma Arlecchino non vuole andare via. Si scopre che anche lui è un pretendente di Teresina e vuole essere lui a sposare Teresina. Nasce così una baruffa che si conclude chiedendo a Teresina di sceglier. Cosa dirà Teresina? Questo è meglio scoprirlo venendo a vedere lo spettacolo. A dimenticavo… sul finale arriva anche Lucignolo e così si può terminare ballando tutti insieme! Lo spettacolo è adatto a tutte le età.


Un paese incantato...di fiabe

Campodimele “Gioiello d’Italia”, con il suo borgo medievale, è la vera città italiana delle fiabe popolari, è identità collettiva e cultura popolare.  Il programma del Festival prevede narrazioni di fiabe ma anche momenti didattici - formativi, la presentazione di autori/scrittori/studiosi, il premio “La fiaba magica” (XIIIa edizione) e laboratori espressivi rivolti a tutti, per promuovere l’uso della fiaba, incuriosire i bambini e gli adulti. Le performance sulla fiaba costituiscono un’occasione del tutto particolare d’incontro, di magia e di gioia individuale e collettiva. Anche quest’anno, nonostante le difficoltà legate alle conseguenze della Pandemia e dellla guerra  e la forte crisi economica che attraversa il nostro Paese, i bambini potranno  comunque assistere, anche in diretta Facebook, alle performance artistiche e musicali, alle narrazioni orali di scrittori, artisti, cantastorie, burattinai e musicisti. Un paese incantato è un evento unico, magico e suggestivo nato allo scopo di creare incantesimi.  Quest’anno il festival è dedicato al tema della gentilezza  per apprendere ad agire contro ogni forma di guerra, di odio e di razzismo.  Essere gentili è un modo di essere altruista ed equilibrato nei rapporti interpersonali, è un atteggiamento profondo di sensibilità che comprende generosità, umiltà e disponibilità, nasce da una reale disposizione interiore che si traduce  in fatti concreti.

W le fiabe

 

 

 

 

festival della fiaba Un paese incantato

CAMPODIMELE – Torna il festival della fiaba «Un paese incantato »- 2 giornate dedicate ai bambini e le loro famiglie, organizzate dal COMUNE DI CAMPODIMELE in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Agenzia Arcipelago e Istituto di psicologia e ricerche socio sanitarie

Immaginate un borgo antico, nel sud del Lazio (Campodimele) e nei pressi di un Parco nazionale (Monti Aurunci), a una decina di chilometri da Gaeta… Una costellazione di vicoli e stradine e in paese appoggiato su di un monte, una comunità di pochi abitanti, piazze medievali e vicoli, un’orizzonte che si perde nel verde… e nelle fiabe.

A partire dal giorno martedì 27 settembre riprendono le attività fiabesche promosse dal Comune di Campodimele (festival della fiaba “Un paese incantato”) giunto alla XIII edizione. Si tratta di eventi laboratoriali, incontri, mostre e spettacoli nel borgo antico che si terranno a Campodimele, nelle giornate del 27 settembre e 4 ottobre 2022 a partire dalle ore 10.30. L’evento inizierà lunedì 27 settembre 2022 con lo spettacolo di burattini del maestro bruno Leone dal titolo «Pinocchio e Arlecchino alla casa di Pulcinella», dopo una introduzione in musica (Un paese incantato  originale composizione della violinista Milo Beatrice) e proseguirà con i laboratori didattici e creativi a cura di Angela La Torre e proiezioni video di «Fiabe dal Mondo», racconti di fiabe dal Portogallo, Spagna, Argentina a cura di Raffaele Mele presso il palazzetto della cultura; e infine martedì 4 ottobre chiuderà con «Moby Dick» (videoproiezione) liberamente tratto da Herman Melville a cura di Ottavio Costa, e seguire l’originale racconto fiabesco «Le mille e altre notte di fiabe» con la scrittrice e pittrice Maria Rosaria D’Acierno, lo spettacolo «La distanza della luna e altre fiabe» con burattini, pupazzi e teatrino popup per raccontare fiabe nel borgo a cura di Guignol Band (Ana Liwski e Gianni Liberati) e il seminario formativo «Liberiamo le fiabe» per genitori e operatori a cura dello psicologo Giuseppe Errico la premiazione «La fiaba Magica» (premiati il giornalista-artista Luciano Scateni e il registra e drammaturgo Davide Iodice) e la mostra d’arte visiva «Fiabe in arte-Arte in fiaba» a cura di Roberto Sanchez/Giuseppe Errico con Alessandra Maisto, Luciano Scateni, Fabio Spataro, Sergio Spataro, Roberto Sanchez, Alfonso Caccavale, Luciano Matera, Maria Rosaria D’Acierno, Antonio Ciraci. L’evento si conclude con la proiezione opera «Di fiaba in fiaba». Proiezione di Gatto&Capuano.

«Questo percorso ormai annuale – afferma l’assessore alla cultura Tommaso Grossi del Comune di Campodimele – riprende il suo cammino dal vivo dopo il difficile momento epocale della pandemia, per rigenerare il territorio con l’arte e il sociale. Campodimele è uno dei borghi più belli d’Italia, una splendida location per far rivivere l’immaginario creativo e creare giochi e eventi per i più piccoli». «Un progetto importante – commenta la presidente Angela La Torre dell’aps Agenzia Arcipelago – che va verso il sociale, il gioco, la socialità e la creatività infantile. Mi piace pensare che i bambini già da piccoli vengano abituati ad ascoltare fiabe e racconti dal vivo a Campodimele e mi auguro che saranno in tanti a vedere questi bellissimi spettacoli e questo borgo così affascinante e misterioso». «Il festival costituisce una grande opportunità sociale – conclude lo psicologo e direttore Giuseppe Errico – è stato utile negli anni rafforzare questo percorso ricco di fiabe e sociale che, nel passare del tempo, acquisisce una dimensione “multidisciplinare” (arte e psicologia, antropologia). Tutti, adulti e bambini, operatori e genitori, nel borgo antico di Campodimele, potranno interagire con gli operatori e con gli attori».


Andar per fiabe....appuntamento il 17 e 18 luglio 2021 a Campodimele

Alcune fate (e vecchi gnomi) ci hanno preso per mano e ci hanno condotto tra i vicoli di Campodimele e nel verde del Parco dei Monti Aurunci, in un mondo speciale e  meraviglioso.

Ora i bambini ascoltano i segreti delle fiabe, per salvaguardare la natura, segreti che abbiamo il compito di  trasmettere per il benessere di tutti noi e dei boschi.

Un laboratorio creativo-narrativo per “fermare il tempo” per adulti e bambini, turisti.


Un progetto per la salute

Il progetto annuale di promozione della salute e del volontariato, a cura di medici, giornalisti, artisti, sociologi, docenti, psicologi e operatori sociali delle tre associazioni (Associazione Movimento Famiglie ODV, APS Agenzia Arcipelago e ODV Associazione AISERV) punta a sviluppare iniziative territoriali sul volontariato in campo sociale e sanitario per le fasce deboli (diversamente abili, anziani, minori), promuovendo percorsi di consolidamento dei processi di innovazione sociale e prevede la partecipazione attiva dei cittadini, volontari, giovani e studenti in azioni per la comunità educante, la rigenerazione sociale ed urbana e la crescita di qualità della vita. Si punta anche a sostenere il terzo settore e i processi (ri) generativi nelle comunità locali per rafforzare soprattutto il capitale sociale (la capacità collettiva di agire in senso cooperativo facilitando la coesione sociale), potenziando le risorse del volontariato già presenti nelle comunità.